Dallo stesso autore di questo blog: Carmine Colella

mercoledì 7 settembre 2011

Mnemotecnica dello schedario mentale: Spiegazioni e schedario numerico da 0 a 100



Si, hai capito bene, caro lettore di Secret Mind Blog, abbiamo deciso di trasformare la agile dispensa sulla tecnica di memoria dello schedario mentale in un articolo GRATUITO per te, non lasciarti sfuggire l'occasione di apprendere una delle più potenti tecniche di memoria mai create e continua con la lettura!
Ah, dimenticavo, se vuoi scaricare la dispensa in formato pdf, vai sul nostro store virtuale perché da oggi è gratis anche quella!
Ora non perdere altro tempo, però, scegli ora di rendere prodigiosa la tua memoria, impara subito la portentosa Tecnica dello Schedario Mentale.

Lo schedario mentale è una mnemotecnica che sfrutta gli stessi principi della famosa tecnica dei loci ciceroniana (visualizzazione e associazione), ma la maggiore rapidità applicativa, le maggiori potenzialità di memorizzazione e la maggiore semplicità di utilizzo, una volta imparato lo schedario, la rendono una evoluzione del precedente metodo di memorizzazione.
Prerequisiti fondamentali per apprendere la tecnica dello schedario mentale sono la conoscenza degli articoli sulle mnemotecniche disponibili gratuitamente su Secret Mind Blog.
Di seguito i Link agli articoli da conoscere per comprendere appieno questa straordinaria tecnica:
Lo schedario, infatti, funziona esattamente come la memorizzazione di parole a coppia. In questo caso basterà associare gli elementi da ricordare progressivamente alle immagini create per i numeri.
Le immagini sono create basandosi sulle tecniche spiegate nell’articolo: Mnemotecniche: Tecnica della conversione fonetica per memorizzare i numeri.
Quindi: Uno lo assoceremo all’immagine del “thé” perché in conversione fonetica corrisponde a T/D; 2 lo assoceremo all’immagine di “Noè” perché in conversione fonetica corrisponde a GN/N; un numero come 12, composto da due cifre, corrisponde ai suoni T/D e N/GN e lo assoceremo all’immagine di una “donna” (ricordate che, foneticamente, le doppie corrispondono a un solo suono)
Dovrete visualizzare vividamente queste immagini nella vostra mente come più vi piace, in seguito dovranno essere sempre le stesse per gli stessi numeri.
Se bisogna ricordare una sequenza di parole o di concetti, basterà associarli ai singoli numeri (quindi un’associazione molto rapida e semplice) e saranno così già ordinati in sequenza.
Con la memorizzazione a cascata, per un numero di elementi molto elevato, il compito sarebbe stato arduo.
Si può utilizzare anche lo schedario alfabetico riportato nell’articolo “Mnemotecniche: Tecniche per memorizzare le lettere dell'alfabeto” associando ogni elemento a una lettera, ma con i numeri si può creare uno schedario indefinito.
Prima di passare allo schedario ecco, di seguito, un esempio per chiarirne ulteriormente l’utilizzo:
Memorizzazione della sequenza: Cane; chiavi; gatto; albero; porta.
Assoceremo la figura che rappresenta uno a cane (ad esempio: un cane che beve un thé), quella che rappresenta due a chiavi (ad esempio: Noé che apre l’arca con delle chiavi), quella che rappresenta tre a gatto e così via.
Di seguito lo schedario da 0 a 100:
1 = thé
2 = Noè
3 = amo
4 = re
5 = ali
6 = ciao
7 = ago
8 = uva
9 = boa
10 = tazza
11 = dito
12 = donna
13 = dama
14 = torre
15 = tela
16 = doccia
17 = tacco
18 = tuffo
19 = tappo
20 = naso
21 = nido
22 = nonno
23 = gnomo
24 = nero (intendendo persona di colore)
25 = anello
26 = noce
27 = nicchia
28 = nave
29 = nube
30 = mazza
31 = moto
32 = mina
33 = mamma
34 = mare
35 = molla
36 = micio
37 = mago
38 = muffa
39 = mappa
40 = razzo
41 = radio
42 = rana
43 = arma
44 = Rolls-Royce (RR) (l'automobile)
45 = rullo
46 = raggio
47 = riga
48 = rovo
49 = arpa
50 = Lassie (cane del cinema)
51 = letto
52 = leone
53 = lama
54 = lira
55 = Lola (visualizzate una ballerina di flamenco di nome Lola)
56 = legge
57 = lago
58 = lava
59 = lupo
60 = gesso
61 = jet
62 = genio
63 = cima
64 = cero
65 = gel
66 = ciuccio (quello dei bimbi)
67 = cicca
68 = Giove
69 = Jeep
70 = casa
71 = chiodo
72 = cane
73 = gomma
74 = carro
75 = colla
76 = ghiaccio
77 = cuoco
78 = caffè
79 = gabbia
80 = vaso
81 = foto
82 = vino
83 = fiamma
84 = faro
85 = vela
86 = ufficio
87 = foca
88 = fave
89 = vip
90 = pizza
91 = piatto
92 = pugno
93 = piuma
94 = pera
95 = palla
96 = bacio
97 = pacco
98 = puffo
99 = pipa
100 = discesa
Un ulteriore piccolo schedario potrebbe essere:
00 = sasso
01 = sedia
02 = zanna
03 = scimmia
04 = suora
05 = sale
06 = seggio
07 = secchio
08 = sofà
09 = spia

Sempre su Secret Mind Blog, presto troverai la dispensa dei numeri da 101 a 1000 dello schedario numerico.

Buon lavoro e a presto!

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbero interessarti anche:
  
Metodo di studio, tecniche di memoria, lettura veloce e skimming: Come studiare bene, velocemente ed efficacemente



Carmine Colella


9 commenti:

  1. Mi sembra giusto
    My page :: Last minute

    RispondiElimina
  2. Complimenti per il manuale,davvero ardito:
    Potrei averlo in formato pdf? Stanislaoelefante@gmail.com
    Grazie

    RispondiElimina
  3. Grande! Finalmente un esauriente casellario mentale.
    Da correggere solo il numero 20

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonio, grazie per aver segnalato l'errore, che è stato prontamente corretto.
      :)

      Elimina
  4. Vivissimi complimenti per questa interessantissima guida! Solo un'obiezione : non che sia rilevante al fine della guida o della comprensione ma, credo che il 44 si scriva Rolls-Royce. Complimenti di nuovo e grazie mille per questo fantastico lavoro!

    RispondiElimina
  5. Ciao, mi fa molto piacere sapere che l'articolo ti è stato utile e grazie per aver segnalato l'errore, che è stato prontamente corretto.
    A presto!

    RispondiElimina
  6. Ciao, bellissimo articolo, come gli altri del resto. Manca lo 0 o sbaglio?

    RispondiElimina
  7. Ciao Salvo, sono felice che ti sia piaciuto. Lo zero lo trovi nella parte finale dell'articolo.
    :)

    RispondiElimina
  8. Ma io penso che ci vuole sempre la storia ché e sempre raccontata partendo dalla base per dare il primo significato é poi si và a casello ....cosí sembra che si entri in un blog. é a primo impatto si nota ma che cosa stanno dicendo qui parlano in codice...per uno che non sa nulla ci vuole la base e poi partire...cioé che esiste...quindi...in:
    1)VEDIAMO IN QUANTI MI CONOSCO
    2)IL 1 GENNAIO...NELL'ANNO MILL....SI
    DISTINGUE CHE N°1 T/D perché? perché T é D anno due Gambetti come 1 e perché 2 enne perché enne inanzittutto si scrive con 2 N 3 M a le stesse gambette...e ecc...

    RispondiElimina